La storia

Il Seme

La storia

La nostra scuola è nata nel 1981 come compagnia di famiglie che avevano a cuore l’educazione dei propri figli.

Ci preme sottolineare l’importanza della famiglia. Il rapporto coi genitori nella nostra scuola non è formale, qualcosa da relegare nell’ambito istituzionale degli organi collegiali, ma è un rapporto sostanziale, è comune infatti la missione educativa pur esercitata in ambiti diversi e con modalità diverse. Noi insegnanti offriamo ai genitori una compagnia quotidiana ascoltandoli, affrontando insieme i problemi dei loro figli, coinvolgendoli nelle assemblee, in incontri formativi, nella preparazione di feste, open day ecc .

Da cosa è nata quindi la nostra scuola?  Dalla grazia di un incontro di cui ringraziamo il Signore che è capace di esaudire i desideri più profondi del cuore. La nostra scuola è nata 35 anni fa da un piccolo gruppo di famiglie, 5 per la precisione.

Mi torna in mente l’autunno di tanti anni fa quando con questo gruppetto di genitori portai mia figlia a Castione nei locali del monastero che gentilmente don Mario aveva messo a disposizione per iniziare quest’avventura. Le prime classi furono pluriclassi. Nei locali del monastero non potevamo ottenere la parità per cui ogni anno a giugno andavamo a sostenere gli esami alla scuola statale. Il coinvolgimento dei genitori e degli amici fu totale quando alcuni anni dopo nel 1994 ottenemmo in affitto dal Comune la vecchia scuola di Castione Marchesi. Ed ecco che un edificio costruito agli inizi del Novecento e abbandonato e dismesso dal Comune riprese vita, si animò, fu ristrutturato e allargato. Il numero degli alunni crebbe, le classi furono uniche. Chiedemmo e ottenemmo la parità e il riconoscimento dalla Diocesi come scuola cattolica.

Con quelle prime classi di scuola elementare avevamo gettato un seme, lo avevamo fatto con la convinzione tipica dell’agricoltore che affida il seme alla terra e non ha alcuna garanzia dei frutti, ma spera che, grazie al proprio lavoro, a tempo dovuto, e a Dio piacendo, ci sarà un abbondante raccolto. Fra quel seme quelle piccole classi di scuole elementari e la realtà di oggi c’è un vigoroso filo di continuità, ignorato dai più, ma ben noto a chi di questi 36 anni di storia è stato protagonista come insegnante, genitore, alunno (269 ragazzi su 10 classi di elementare, 5 di medie, un grosso bacino di utenza che va da Polesine a Busseto, Soragna, Salso, Fontanellato con cinque pulmini). Nel 2001 in continuità con la scuola primaria nacque la scuola secondaria di primo grado.
Nel 2011 inizia da parte della nostra cooperativa la gestione dell’asilo nido aziendale “Il piccolo principe”.

Perseveranza e sacrificio

La storia della nostra scuola è la storia di chi ha investito con perseveranza e sacrificio nell’educazione dei giovani consapevole di occuparsi non di un particolare o di un settore marginale, ma di lavorare per il futuro. C’è davvero tanto scetticismo intorno a noi, c’è solitudine e paura, c’è il rischio di non accorgerci che vogliamo essere felici e costruttori, ma guardare il volto dei nostri figli senza riconoscere questa esigenza non è possibile, guardarli in volto e negare la grandezza per cui sono fatti e per cui siamo fatti è disumano. “I figli sono nostri ma non ci appartengono ci sono dati da custodire, da venerare, da contemplare, su di loro c’è un progetto e un destino grande di felicità. Così in un mondo in cui tutto è valutato in base all’esito “Qualcuno ci ha insegnato a prendere un po’ di distanza, a fare un passo indietro. a osservare con rispetto, e non afferrare con mano che ghermisce”.

Riconoscimenti

Statali ed ecclesiastici

Questo è lo spirito e il tentativo umile quotidiano che sostiene il nostro lavoro di insegnanti, una compagnia di persone giovani e meno giovani che lasciandosi guidare formare, correggere, cambiare da questa amicizia sono cresciute, collaborando, confrontandosi, aggiornandosi, scambiandosi competenze, esperienze, idee e materiali. Molti insegnanti sono con noi da 20 /30 anni e hanno rinunciato al ruolo nello Stato.

Una scuola e gli adulti capaci di quella creatività e immaginazione necessarie per intravedere e sviluppare le potenzialità che ogni bambino ha scritto nella sua natura.

L’educazione è un rapporto, se si crea questo rapporto c’è una ricaduta anche sulla didattica, il bambino viene a scuola volentieri se sa che a scuola c’è qualcuno, maestro o professore, che lo aspetta.

L’io rinasce in un incontro, l’educazione è un rapporto, è sentire che nel rapporto con l’altro c’è la possibilità di cambiamento per sè, c’è la possibilità del nostro compimento. Ogni ragazzo è un valore il suo valore è più grande dei suoi limiti e dei suoi errori.

Scuola Il Seme

I punti salienti
della nostra storia

1978

L'inizio

Viene avviata la Scuola Materna autogestita.

1981

La scuola

Inizia l’esperienza della scuola Primaria “Il Seme” con una pluriclasse di 4 bambini.

anni 90

I riconoscimenti

Conseguimento della parifica nel 1998 e nella parità nel febbraio 2001. Poi nel 1999 giunse anche il riconoscimento ecclesiale di scuola cattolica.

2001

La Scuola Secondaria

Nel settembre 2001 nasce la Scuola Secondaria di Primo Grado che costituisce il naturale sviluppo dell’esperienza educativa precedente consolidata negli anni.

2011

L'Asilo Nido

Nel 2011 nasce l’asilo nido “Il Piccolo Principe” gestito dalla stessa cooperativa a Fidenza.